Emilio Di Mauro avvia la sua attività tipografica nel lontano 1895.

Negli anni Trenta del Novecento i due figli di Emilio, Renato e Antonio, proseguono l’attività e danno vita ad importanti

cambiamenti strutturali, segnando un passaggio storico: 

sotto la loro guida, l’artigianato diventa industria.

 

Negli anni Sessanta Renato Di Mauro, ormai affermato editore, intuisce che il settore dell’imballo alimentare sta

per avere un importante sviluppo con la crescita dei prodotti confezionati rispetto a quelli sfusi: decide quindi di

creare un reparto ad hoc per la produzione di sacchetti per pasta e prodotti secchi.

Nel 1967 Renato acquista un capannone nella zona industriale di Cava de’ Tirreni fondando la società

Di Mauro Officine Grafiche S.p.A, affidandola alla direzione di suo genero l’Ing. Raffaele Virno.

 

L’Azienda parte con una macchina flessografica e un’accoppiatrice per film plastici e, già alla fine degli anni ’70,

installa la prima macchina da stampa rotocalco ed un estrusore a testa piana per extrusion lamination.

Il lavoro è innovativo e radicalmente diverso da quello svolto in precedenza:

l’Ing. Virno punta al mercato nazionale dell’alimentare fresco, facendo la difficile scelta di diversificare, al tempo stesso,

il mercato e la tecnologia di produzione.

 

Nel 2003, con un importante piano di investimenti, si comincia la costruzione del nuovo, attuale sito produttivo completato nel 2011.

 

Nel 2013 si decide un nuovo investimento orientato all’automazione, all’efficienza e alla ricerca.